Un palleggio per scacciare il virus: su Instagram scatta la challenge che sostiene gli eroi degli ospedali italiani

14 Marzo 2020 / di Milo4
Contagio da Coronavirus: “Che Fatica La Vita Da Bomber” chiama a raccolta i propri followers e scende in campo con una raccolta fondi per sostenere gli Ospedali d’Italia. Tanti i calciatori che hanno aderito: “Insieme ne verremo fuori”.

Anche la community di “Che Fatica La Vita Da Bomber” si colloca in prima linea al fianco degli Ospedali italiani in piena emergenza Coronavirus Covid-19. Il team sportivo più social della rete ha lanciato proprio in queste ore una challenge di solidarietà a supporto del sistema sanitario nazionale coinvolto nella dura battaglia epidemiologica di queste settimane. Bisogna sconfiggere il Virus e per farlo, da casa, è importante il contributo di ognuno di noi, prima di tutto affrontando la quotidianità nel totale rispetto delle limitazioni imposte dal Governo.

CHE FATICA PALLEGGIARE – “Ragazzi, anche noi come voi siamo a casa e ci stiamo annoiando – hanno ripetuto venerdì mattina su Instagram Emanuele, Fabio e Michel, il trio di CFVB – ma è l’unica cosa che possiamo fare per toglierci dalle scatole questo maledetto Virus. Provate a palleggiare il più possibile con l’oggetto più stupido che trovate in casa”. Sono esclusi palloni, palline e tutti gli oggetti sferici che somigliano proprio a una palla. Basta una clip sul proprio profilo Instagram della durata di pochi secondi accompagnata dall’hashtag #chefaticapalleggiare e dal tag all’account di “Che Fatica La Vita Da Bomber”(@chefaticalavitadabomber), che condividerà in Instagram Stories i video più divertenti, poi il tag diretto al profilo di tre amici, annoiati a casa e pronti quindi per essere sfidati. Un paio di palleggi per allontanare la noia e veicolare un messaggio oggi estremamente importante: aiutiamo gli Ospedali italiani a fermare questa grave pandemia.

È IMPORTANTE DONARE – La Challenge di “Che Fatica La Vita Da Bomber” sta già avendo un forte richiamo solidale da ogni parte d’Italia, questo anche grazie alla partecipazione immediata di alcuni sportivi di fama nazionale e volti dello spettacolo. Tanti i calciatori di Serie A al centro della scena: Francesco Acerbi, Ciro Immobile, Ciccio Caputo, Joaquìn Correa, Mattia Perin, Andrea Cistana, Giovanni Di Lorenzo, l’ex Milan Antonio Nocerino, Alessandro Matri, l’attaccante della nazionale femminile Valentina Giacinti… Chi partecipa è invitato e invita a cliccare al link della raccolta fondi presente in BIO sull’account Instagram di “Che Fatica La Vita Da Bomber”, così da creare una proficua catena solidale. Non è obbligatorio, ma “donare anche solo qualche euro – dice il messaggio – ci farà sentire meglio”: una piccola cifra può fare una grande differenza e contribuire a rendere meno difficile il lavoro delle migliaia di operatori sanitari impegnati giorno e notte nell’arginare il contagio da Coronavirus, combattendo una vera e propria battaglia contro il tempo. Basta una speciale gara di palleggio e qualche euro, quindi, per aiutare i tanti eroi in camice e mascherina che oggi affrontano da nord a sud una sfida ben più complicata. Il messaggio di “Che Fatica La Vita Da Bomber” è forte e chiaro: seppur distanti, dal salotto di casa si può costruire insieme una forza incredibile, unica e vincente. Il potere dei social è anche questo, forse soprattutto questo.