CheFaticaLaVitaDaBomber live con Acerbi per svelare i segreti del centrale difensivo della Lazio e della Nazionale italiana.

CHEFATICALAVITA DA BOMBER E LE DIRETTE INSTAGRAM

I ragazzi di Chefaticalavitadabomber in questi giorni si sono lanciati nelle dirette Instagram e i risultati si sono dimostrati subito eccellenti. Alcuni giorni fa, Emanuele Stivala aveva aperto le danze con Ludovica Pagani, una delle influencer più famose del mondo dei social. Il giorno dopo, a scendere in campo per il Team Che fatica la Vita da Bomber, Fabio Tocco che ha accolto nelle Storie Instagram l’indimenticato Ighli Vannucchi. Il talento cristallino di Prato, dopo i suoi trascorsi nel calcio che conta, oggi non ha ancora appeso gli scarpini al chiodo e che con grande umiltà, rinnova ogni anno il suo amore eterno alla sfera di cuoio, anche in terza categoria. Le storie sono fatte per essere raccontate e allora, ecco perché alla terza puntata Michel Zegna ha deciso di accogliere tra le sue mura digitali, il centrale difensivo della Lazio e della Nazionale italiana, Francesco Acerbi.

CHEFATICALAVITADABOMBER LIVE CON ACERBI: LA MALATTIA

L’appuntamento con “Chefaticalavitadabomber live con Acerbi” si apre con alcune domande che esulano dal rettangolo di gioco. L’avversario più difficile da affrontare, Francesco Acerbi l’ha conosciuto fuori dal campo, e si chiama cancro. A 25 anni il suo primo incontro con la malattia, una guerra vinta in due battaglie che l’ha cambiato, che l’ha reso una persona migliore. Il giusto peso alle parole, quel viso che si oppone abilmente e si propone con audacia a rappresentare nel modo più elegante il contrario perfetto del termine sornione. Franco, leale e schietto, queste senza troppi giri palla, sembrano essere le caratteristiche apprezzabili di un campione dentro e fuori dal campo.

CHEFATICALAVITADABOMBER LIVE CON ACERBI: NICOLÒ ZANIOLO

Il format proposto non segue standard obsoleti e poco efficaci ai tempi dei Social e la palla in “Che Fatica la Vita Da Bomber live con Acerbi” passa subito al Fantacalcio. La domanda di Michel è diretta come un filtrante basso a tagliare le maglie della difesa comandata da Acerbi – “Chi è il giovane italiano più forte? Chi prenderesti al Fantacalcio?” – La risposta non si fa attendere, un intervento in piena sicurezza che sorprende tutti:

“Il giovane italiano più forte è Nicolò Zaniolo. Ha qualità, forza fisica e anche tiro. Inoltre non lo sposti mai. Un altro giocatore che mi ha impressionato è Sandro Tonali del Brescia, una promessa del nostro calcio. Punterei su di loro al Fantacalcio.”

Francesco Acerbi

Un giocatore della Lazio che esprime queste parole per uno della Roma, questo è senza dubbio il calcio che ci piace, il gioco per il quale gli italiani si sono innamorati.

#CHEFATICAPALLEGGIARE E IL FUTURO IN PANCHINA

La challenge-donazione #chefaticapalleggiare ha avuto proprio in Francesco Acerbi uno dei primi sostenitori. Infatti, fu proprio il 32enne originario di Vizzolo Predabissi a raccogliere tra i primi la sfida lanciata dai ragazzi di chefaticalavitadabomber. Una palla medica, un paio di palleggi e il messaggio che in pochi giorni ha iniziato a rimbalzare nelle case di tutta Italia. Il finale della diretta è dedicato tutto al futuro del giocatore, e a come si vedrà quando dovrà dire addio al calcio giocato.

“Come mi vedo? Credo che farò l’allenatore”

Francesco Acerbi

Con la stessa spensieratezza dimostrata nelle fasi iniziali della diretta, ancora una volta il numero 33 della Lazio, lascia tutti sul posto e precisa:

“Ci vuole costanza nelle cose! La costanza fa la differenza. Sempre!”

Francesco Acerbi